Le Grotte

Museo Speleologico Franco Anelli

Il Museo Speleologico delle Grotte di Castellana, inaugurato il 23 gennaio 2000, nel 62° anniversario della scoperta del sistema carsico, è intitolato allo speleologo lodigiano Franco Anelli (1899-1977) che delle Grotte fu, oltre che scopritore, anche divulgatore e appassionato direttore. Agli originari intendimenti di Anelli – la visita al Museo Speleologico sarà una facile, dilettevole escursione fra le pagine di un libro affascinante, il libro delle grotte: pochi ordinati capitoli di commento a un ponderoso volume, quello della Scienza delle caverne* – si è ispirato, nella realizzazione del percorso didattico-espositivo, il Gruppo Puglia Grotte, l’associazione speleologica castellanese, fondata nel 1971, che – per conto della società Grotte di Castellana –  gestisce la struttura.

Il Museo, ospitato nell’edificio progettato nel 1952 dall’architetto Pietro Favia (1895-1972), oltre a rappresentare un utile momento di approfondimento per il turista interessato e un punto di riferimento per la ricerca speleologica pugliese – presso la struttura del Museo è ospitato il Centro di Documentazione Speleologica Pugliese Franco Orofino della Federazione Speleologica Pugliese, comprendente una biblioteca tematica, un’emeroteca e un archivio fotografico

Il Museo Speleologico Franco Anelli è da vari anni meta di un crescente turismo scolastico che, attraverso visite guidate, laboratori didattici e visite speleoturistiche nelle diramazioni laterali delle Grotte, rappresenta una delle principali novità del sito carsico negli ultimi anni.

Tra i laboratori didattici proposti – nati, secondo l’intendimento di Anelli, per contribuire a diffondere nel mondo della scuola …la conoscenza degli studi del sottosuolo naturale attraverso un’efficace illustrazione del mondo sotterraneo e dei fenomeni che in esso si svolgono o che si sono svolti nel lontano passato della storia geologica d’Italia, fenomeni fisici, biologici e antropici… – vi sono, tra gli altri, quelli di astronomia, scienza delle grotte, speleologia, biospeleologia, geologia ed ecologia. Inoltre presso il Museo Speleologico Franco Anelli sono attive una serie di iniziative, allo scopo di favorire l’apprendimento educativo tramite laboratori interattivi e lezioni specifiche da svolgere anche all’interno dell’ambiente ipogeo, come la proposta speleojunior, per consentire agli studenti di vivere l’emozione del buio e di comprenderne gli aspetti più nascosti.

Testi: Pino Pace