Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Grotte di Castellana e Cava Bianca: il vino da affinare a 70 metri di profondità

terrecarsiche_cavabianca_grotte

Uno dei siti turistici a pagamento più visitati in Italia, che proprio quest’anno festeggia gli 80 anni dalla scoperta e dalla prima esplorazione, una cantina che fin dal 1939 produce vini pugliesi a Indicazione Geografica Tipica e a Denominazione di origine controllata, un vino che nasce da vitigni autoctoni della zona della Valle d’Itria.

Grotte di Castellana srl e Terrecarsiche srl portano in grotta l’eccellenza enogastronomica di Puglia con una sperimentazione progettata attorno al vino Cava Bianca: affinare il vino in bottiglia al giusto grado di umidità e alla giusta temperatura all’interno del complesso carsico delle grotte di Castellana, con l’ambiente naturale ipogeo che diventa “cantina perfetta” per cullare il vino.

Grotte di Castellana, una cantina naturale nel cuore di Puglia

L’affinamento nelle viscere della terra. Un ritorno al vino delle origini, con una produzione limitata. L’affinamento in bottiglia in grotta, grazie ad un adeguato livello di umidità e temperatura permette, per mezzo della micro-ossigenazione tramite il tappo in sughero senza capsula, uno scambio tra il vino e l’ambiente esterno conferendo al vino stesso maggiore longevità e una caratterizzazione dal gusto unico.


Le bottiglie di Cava Bianca seguiranno il processo di affinamento presso la Caverna della Fonte, nelle stanzette che già dai primi anni Cinquanta ospitavano clinografi ultrasensibili registratori delle maree della crosta terrestre, ricoveri utili anche a chi negli anni ha esplorato le grotte di Castellana, ambienti recentemente recuperati e resi idonei proprio grazie al contributo dell’azienda Terrecarsiche.

L’evento

Martedì 4 dicembre a partire dalle ore 17,30 la presentazione dell’ambiziosa idea proposta alla società Grotte di Castellana srl dalla cantina Terrecarsiche, realtà che ha pensato di valorizzare il vino Cava Bianca prodotto da vitigni autoctoni pugliesi, creando una curiosa e innovativa sinergia con il territorio.

L’accesso in grotta sarà consentito solo ed esclusivamente su prenotazione. Per info e accrediti stampa è possibile contattare la segreteria di Terrecarsiche telefonando al numero 080 4962309 o scrivendo via mail a eventi@terrecarsiche.it.

L’avvio sulla sperimentazione del processo di affinamento in grotta, di circa 1000 bottiglie a rotazione, è il primo passo di una più ampia partnership sottoscritta con l’azienda Terrecarsiche per la valorizzazione del territorio e del complesso carsico delle grotte di Castellana, nell’ambito di un percorso che consentirà di “assaporare” i colori della terra di Puglia attraverso le sue meraviglie naturalistiche e le sue eccellenze enogastronomiche.

Grotte di Castellana: “Curiamo le eccellenze del territorio per farlo crescere in rete”

“Tra i primi obiettivi del nostro mandato – ha commentato il presidente di Grotte di Castellana srl, Victor Casulli, a capo del Consiglio d’Amministrazione composto da Francesco Manghisi (vice presidente) e Maria Lacasella (consigliera) – c’è stato quello di creare connessioni con le eccellenze del territorio per sviluppare progettualità che potessero portare la nostra realtà a crescere in rete per portare avanti dei valori, per far vivere ai turisti la quotidianità dei nostri luoghi, per consentire ai nostri visitatori di immergersi totalmente nelle nostre proposte”.

Grotte di Castellana srl — Socio unico
Piazzale Anelli, 70013 – Castellana Grotte
P.iva 05325440724 | REA di Bari N.413305
Capitale Sociale 87.798,00 € NI.V.
Copyright © 1938 – 2021 – Grotte di Castellana – P.Iva 05325440724 – Privacy PolicyTermini e Condizioni – Powered by Piegiato
Go To Top